top of page

Spettacoli Musicali e Musica/Narrativa

Foto sito sezione musica.jpg

SHERRITA SINGS THE DIVA'S

SHERRITA DURAN

Sherrita + basi

Sherrita + piano + basi

Sherrita vi farà emozionare interpretando in un viaggio musicale le canzoni più conosciute e belle delle Dive Americane come Tina Turner, Whitney Houston, Areta Franklin, Gloria Gaynor che non solo hanno dominato le classifiche musicali, ma hanno anche plasmato la cultura popolare influenzando generazioni di artisti e ascoltatori.  

Ognuna di queste dive ha portato con sé un messaggio di forza, amore, indipendenza e rispetto.  

IMG_2210.jpg

SANTE BAMBOLE PUTTANE

GRAZIA DI MICHELE

Grazia di Michele + un chitarrista 

Grazia di Michele + band di 5 elementi

I ritratti che Grazia Di Michele intende “dipingere” con il canto e il racconto,  sono quelli di bambine, adolescenti, giovanissime donne che attraversano il mondo, la nostra stessa vita, come ombre cui è negato ogni diritto di esistere davvero. Donne su cui gli uomini a volte proiettano  le proprie fantasie, ignorando e negando la loro essenza.

MG_0116-scaled.jpg

THE QUEENS OF JAZZ

ANNALISA PARISI

Annalisa Parisi + chitarra + contrabbasso    

E’ disponibile su richiesta anche la versione in quartetto: Voce, chitarra, contrabbasso, batteria

  

Il contributo delle donne nel mondo del jazz è stato fondamentale ed ha avuto un impatto significativo, sia sul piano musicale che culturale.

La loro forte propensione all'innovazione e alla sperimentazione musicale e la loro creatività hanno spinto i confini del jazz, contribuendo a definire nuove direzioni per il genere e dimostrando che la musica può essere una forma d'arte in continua evoluzione.

La sfida delle convenzioni, l'affermazione dell'identità femminile, la partecipazione alle lotte sociali e la promozione della diversità culturale e musicale si riflette nella continua ispirazione che offrono alle generazioni successive.

Filly Lupo foto femmene mujeres.jpg
Eugenia Canale.jpg

FEMMENE, MUJERES 

FILLY LUPO e EUGENIA CANALE 

voce +  pianoforte

Nel contesto della musica popolare, la figura femminile ha sempre avuto un ruolo di rilievo. Le canzoni spesso riflettono le esperienze umane universali, inclusi gli aspetti della vita delle donne che possono essere condivisi in tutto il mondo.

Filly Lupo (voce) ed Eugenia Canale (pianoforte) esplorano il sud del mondo incontrando musiche di  donne, artiste e poetesse come, ad esempio,  Alfonsina Storni esponente del postmodernismo che ha vissuto una vita turbolenta segnata da sfide personali e sociali  o come Chiquinha Gonzaga che, oltre ad essere una compositrice di talento, è stata anche un'attivista per i diritti delle donne.

che cosa hanno in comune Carmela- la celebre canzone napoletana - e Maria de Buenos Aires- di Astor Piazzolla?  Cosa lega le personalità di Tita Merello e Gilda Mignonette? 

Filly Lupo ed Eugenia Canale canteranno, suoneranno e racconteranno storie di donne nel mondo con un carattere preciso, tracciandone i lineamenti e le opere artistiche ed umane. 

IMG_20230414_161140.jpg

LE DONNE NEL JAZZ

MANINA SYOUFI

Voce + tromba + pianoforte + contrabasso + batteria

 

Il concerto è dedicato al ruolo delle donne nel jazz per portare il rinnovamento a livello artistico musicale e alla svolta drammatica in favore del riconoscimento dei diritti per una società più giusta.    Il repertorio include i brani di successo di Billie Holiday, Ella Fitzgerald e Nina Simone, tre grandi talenti come interpreti e compositrici ma anche come attiviste dei diritti umani.

Queste donne hanno desiderato fortemente una società in cui i neri avessero gli stessi diritti dei bianchi.   Con la loro voce hanno sfidato fermamente la mentalità razziale. Sapevano che non ci sarebbe stato ritorno da questa scelta e che sarebbero state ostacolate e denigrate ma hanno accettato la sfida e spesso hanno pagato un prezzo molto alto, anche con ripercussioni nelle loro carriere musicali.

Foto DellaVedova.jpg
Foto Vettorato.jpg

RITRATTI AL FEMMINILE

MONICA DELLAVEDOVA e SONIA VETTORATO 

Un viaggio nella canzone alla scoperta delle molteplici sfaccettature della personalità femminile.

Un concerto pop jazz con l’esecuzione di hits italiane e internazionali. 

Il programma scelto dalle artiste Monica (voce) e Sonia (pianoforte), vuole essere un piacevole viaggio musicale che renda l’atmosfera dell’evento calda e festosa.

Si eseguiranno brani di autori italiani e tratti dai repertori pop, jazz, musical e cinematografici e compariranno canzoni come Almeno tu nell’universo, Natural woman

Caruso, Grande grande, Di sole e d’azzurro, Gli uomini non cambiano, Quello che le donne non dicono, Skyfall, Just friends, If ain’t got you, Hit the road jack, Stand by me, Woman, Shallow e tanti altri.

I brani saranno arricchiti di aneddoti storie e poesie: tanti piccoli segreti su significato, interpreti e aspetti particolari che ne hanno fatto grandi successi.

Spettacoli Teatrali e Cabaret

Appunti G foto.png

Produzione: Nidodiragno/CMC, Collettivo ApPunti G, Sara Novarese

Distribuzione: Operazione Artisti

ApPUNTI G 

Di e con:  Alessandra Faiella, Livia Grossi, Rita Pelusio e Lucia Vasini

ApPunti G è un ironico e dissacrante spettacolo sulla sessualità.

Quattro donne per uno spettacolo che tra monologhi e pezzi corali, un’irresistibile ricetta afrodisiaca e una pagina di cronaca, s’interroga su pregiudizi e luoghi comuni.

Un viaggio nell’universo sessuale femminile dove risate e informazione diventano la miscela esplosiva per riflettere su un tema dalle mille sfaccettature e implicazioni: dall’accettazione di sé ai ruoli imposti, dal poetico mito della “prima volta” alle sperimentazioni erotiche over 60, ma anche la nuova frontiera dei sex robots e dei chirurghi plastici, prostituzione e diritti negati.

Nessun “monologo (corale) della vagina”, piuttosto un‘escursione nelle nostre viscere perché a distanza di cinquant’anni dalla rivoluzione sessuale la deriva conformista è in agguato, e forse una lucida e consapevole risata la seppellirà.

Foto.png

Produzione: Nidodiragno/CMC – G-RO di Romeo Grosso

Distribuzione: Operazione Artisti

IL SETTIMO GIORNO LUI SI RIPOSO'. IO NO.

Di e con:  Andrea Mirò e Enrica Tesio

Il settimo giorno lui si riposò, io no non è soltanto uno spettacolo: “è una seduta di autoaiuto, un monologo sulla vita di una donna come tante, ma con occhiaie uniche nel suo genere!”.

La fatica delle madri, la stanchezza della burocrazia, del diventare adulti, perfino la stanchezza della bellezza. Siamo quelli che scorrono le pagine dei social per misurare le vite degli altri, quelli che riempiono di impegni i figli per paura di non stimolarli abbastanza, quelli che la sera si portano il computer in camera da letto per guardare una serie e intanto rispondere all’ultima mail. Quelli che, per riposarsi, si devono concentrare.

A fare da contrappunto alle parole argute e piene di humour di Enrica Tesio sono le musiche eseguite dal vivo da Andrea Mirò. Da Rino Gaetano a Giorgio Gaber, da Enzo Del Re a Niccolò Fabi, fino a Lucio Dalla passando attraverso i brani della stessa cantautrice: una trama fatta di sonorità raffinate e suggestioni poetiche per celebrare un elogio alla lentezza.

Foto ter mary sarnataro.png

SCUSATE NON POSSO ESSERE ANCHE INTELLIGENTE 

Mary Sarnataro

Irriverente, cinica, pungente racconta il mondo visto dagli occhi di una donna molto particolare, prendendo di mira gli stereotipi rosa e travolgendo qualunque canone “di genere”.

Cresciuta in un contesto familiare composto da 8 fratelli maschi e dopo aver fatto la cameriera, Mary arriva al cuore del grande pubblico perché sul palco è senza maschera.     Lancia frecciatine al mondo "fighetto", fatto di stupidità delle donne stereotipate e degli uomini standardizzati e sbeffeggia i cambiamenti di costume della società che ci stanno portando al ribaltamento dei ruoli in un periodo storico molto "a-social".  Insomma, nulla di diverso rispetto a quanto la gente comune già pensa ma non dice perché "pare brutto".   Tutto questo lo fa usando il suo linguaggio tagliente, che l'ha resa nota come "La Stroxxa" delle Iene  e, per chi non volesse ascoltare, attraverso i cartelli scritti che l'hanno fatta conoscere al pubblico di "Colorado".
La prima che prende di mira è soprattutto se stessa ed ecco perché  "Scusate, non posso essere anche intelligente".

bottom of page